Come si guadagna con le Criptovalute

05.08.2017

Ci sono diversi metodi per guadagnare con le criptovalute, in questo blog te ne mostrerò un paio


Trading di Criptovalute

Al giorno d'oggi sono molti i broker che permettono di fare trading su i bitcoin, che vengono classificati come un qualsiasi altro asset.

Nella maggior parte di casi si utilizza il trading CFD oppure le opzioni binarie.Quindi si utilizzano strumenti finanziari derivati, utili a speculare sulle variazioni di valore del bitcoin.

Ricordiamo ancora una volta di scegliere solo piattaforme di trading online per opzioni binarie e CFD (broker opzioni binarie) regolamentate, sicure ed affidabili.

Di seguito potrete scegliere i migliori broker per fare trading con i BitCoin, come ad esempio 24option che offre la possibilità di fare trading binario mediante il cross valutario con il dollaro.

Solitamente il BitCoin è scambiato con un cross bitcoin / dollaro.

Non tutti i broker offrono però la possibilità di selezionare questo asset. Tra le piattaforme di trading online che meglio si prestano a questo tipo di investimento, abbiamo 24Option e IQ Option.

Minaggio criptovalute

Il mining (o creazione) è il modo utilizzato dal sistema bitcoin e dalle criptovalute in generale per emettere moneta.


La rete bitcoin memorizza le transazioni all'interno di strutture di dati chiamate in gergo "blocchi"

Affinchè un blocco possa essere aggiunto alla catena dei blocchi, ovvero all'enorme database pubblico contenente tutte le transazioni in bitcoin, è necessario che un elaboratore lo "chiuda"trovando un particolare codice, che può essere unicamente azzeccato a furia di tentativi e algoritmi matematici. 

Questa operazione cristallizza il blocco, impedendo qualsiasi modifica futura, e chi trova tale codice è ricompensato con una certa quantità di bitcoin (attualmente 25), più tutte le tasse delle transazioni da lui inserite nel blocco, come incentivo alla "donazione" di tempo macchina alla causa del bitcoin, che in poche parole vuol dire per ricompensare l'utilizzo enorme di energia elettrica consumata dai server per arrivare a questo algoritmo. 

Questa operazione è chiamata in gergo mining (creazione), nome che deriva dal parallelismo bitcoin-oro, nel quale il reciproco è costituito dai minatori che cercano strenuamente le pepite d'oro nella roccia, e visto il lavoro dietro e gli algoritmi il parallelismo è azzeccato.

Un po' di storia sulla Criptovaluta
Quando fu progettata la rete bitcon il suo creatore si trovò davanti al problema di come emettere nuova moneta. Tutti i sistemi monetari mondiali emettono moneta attraverso le banche centrali che determinano tramite mercato e oro il valore stesso della moneta in circolazione, ma la decentralizzazione del bitcoin richiede un metodo di generazione della moneta altrettanto decentralizzato. La soluzione fu di progettare il sistema affinchè elargisse bitcoin come premio ai componenti della rete che forniscono potenza elaborativa, necessaria a fortificare e strutturare la rete stessa, secondo un sistema casuale studiato in modo da restituire bitcoin in modo proporzionale alla potenza computazionale fornita. Per fare questi calcoli e trovare l'algoritmo i miners devono usare server potentissimi che consumano grandi quantità di energia.

Inizialmente, l'unico modo per minare era utilizzare il client originale abilitando la funzione di"generazione monete", permettendo di usare tutto il tempo libero della CPU per cercare di chiudere i blocchi. Dal momento che il bitcoin era ancora agli albori e i partecipanti erano molto pochi, lasciando un PC 24h/24 ci si poteva ragionevolmente aspettare di generare migliaia di bitcoin al giorno. Non bisogna dimenticarsi, tuttavia, che in questa fase il bitcoin non aveva praticamente valore o utilità, il mining era poco più che una donazione a fondo perduto per il bene del progetto.